CHANEL TEAM BUILDING

SteReal e KayOne per CHANEL Make Up Artist
19 Ottobre 2020 – Viale Caprilli – Milano (MI)

Stimolare la creatività dei make-up artist attraverso la magia della street art:
questo lo scopo dell’ultimo team buildingpromosso da Chanel,
con la direzione artistica di Stradedarts.

Lunedì 19 ottobre, nel centralissimo Viale Caprilli di Milano, un gruppo di make-up artist selezionati da Chanel e diretti da due tra i più noti street artist della scena milanese, Stefania Marchetto in arte SteReal Marco Mantovani in arte KayOne, si è cimentato nella realizzazione di tre muri (15×3 metri) a tema makeup.
Tre opere d’arte urbana dipinte dagli stessi make-up artist con l’intento di dare nuova ispirazione al proprio estro artistico mediante l’uso alternativo dei colori in stile urban, al fine di ampliare la propria visione sul trucco attraverso la pittura e di stimolare modi innovativi di applicazione dello stesso.

Lo stile non è qualcosa che esiste solo negli abiti. Lo stile è nel cielo, nella strada, lo stile ha a che fare con le idee, il nostro modo di vivere, che cosa sta accadendo.” (Gabrielle Chanel).

Questo è quello che Chanel mira a infondere e trasmettere ai suoi collaboratori, stuzzicandone la fantasia e lasciando la loro ispirazione libera di esprimersi.
Ogni anno, infatti, l’azienda organizza eventi di team building per il suo personale, con l’intento di suscitare in esso le stesse emozioni e gli stessi valori che contraddistinguono il marchio da più di 110 anni, rendendolo unico, originale e irripetibile.
Con la direzione artistica di Alessandro Mantovani, founder e project manager di Stradedarts Urban GalleryCHANEL Make Up Artist 
ha realizzato tre murales a cura di due street artist molto attivi sulla scena di Milano: Stefania Marchetto in arte SteReal, i cui lavori, lasciati in giro tanto in Italia quanto all’estero, si contraddistinguono per la forte impronta realistica che l’ha resa riconoscibile tra le figure femminili dell’urban art italiana, e Marco Mantovani in arte KayOne, pioniere della street art milanese e in particolare del Graffiti Writing, che lo ha appassionato sin da piccolo, cominciando a dipingere per strada fin dal 1988.

 

VALLECROSIA


In Liguria, il borgo di Vallecrosia dà il via a un progetto di riqualificazione urbana fondato sulla street art.

Un borgo ligure che rinasce grazie a un progetto di street art: succede a Vallecrosia (provincia di Imperia), nella parte più occidentale della Liguria, poco prima di Ventimiglia. Si tratta di un intervento di riqualificazione urbana promosso da Stradedarts per il Comune di Vallecrosia, che durerà per tre anni e che è cominciato con due grandi murales a tema marino affidati alla mano di Stefania Marchetto, in arte SteReal, che dal 9 luglio è a Vallecrosia per realizzare i murales che decorano il sottopassaggio di via Cristoforo Colombo. Dipingendo un totale di 24 metri di muro, su di un lato SteReal ha dato vita a un’enorme balena immersa nel blu, tra le onde del mare, mentre sull’altro ha dipinto una nave di carta che lo attraversa.

I due murales di SteReal riqualificheranno le mura che circondano l’unico punto di accesso al mare, snodo centrale e di passaggio per la città di Vallecrosia e per gli abitanti e i turisti che lo percorrono quotidianamente per raggiungere spiagge e lidi dislocati sulla costa. Il terzo intervento è invece opera di un altro street artist milanese, KayOne (Marco Mantovani), che ha dipinto il sottopasso di accesso alla pista ciclabile di Vallecrosia, rivalutando un altro punto focale per la città.

Come detto, gli interventi non finiscono qui: i lavori di SteReal e KayOne sono infatti le prima di dieci operazioni di street art che verranno messe in atto nei prossimi tre anni. Il progetto, intitolato VallecrosiArt, ha l’obiettivo di avvicinare la città alla street art e quindi portare, per la prima volta in questo borgo in provincia di Imperia, street artist tra i migliori della scena contemporanea e dal calibro artistico elevato, con l’intento di rigenerare zone dismesse o abbandonate.

Con il Patrocinio del Comune di Vallecrosia e sotto la direzione artistica di Alessandro Mantovani, fondatore e project manager di Stradedarts Urban Gallery, VallecrosiArt è il progetto numero 189 di una serie di eventi promossi da Stradedarts e realizzati in giro per tutta l’Italia. Occupandosi fin dal 1988 di writing e street art, Stradedarts ha l’obiettivo di promuovere i migliori artisti italiani e stranieri del panorama di settore, street artist che, partendo dal graffitismo sui muri metropolitani, sono riusciti ad emergere nel mondo dell’arte contemporanea.

NAMES IN QUARANTINE

Durante la quarantena dovuta al Corona Virus KayOne ha regalato a 80 amici, 80 outlines con il loro nome. Un piccolo gesto per ripartire insieme e sentirsi comunque uniti.

Il 18 Giugno 2020 Stradedarts organizza una serata per ritirare il vostro sketch originale presso la nostra sede dalle ore 18.00 fino alle 21.30 – Largo dei Gelsomini 6 a Milano, il tutto accompagnato da qualche birra, una piccola mostra, un po’ di gel e la vostra mascherina, vi aspettiamo!

#kayone #stradedarts #namesinquarantine #graffiti #writing #graffitiwriting #graffitiart #graff #aerosolart #lettering #outlines #sketch

GEOMETRIE CROMO-DINAMICHE

Mostra personale di 
DARIO ZAFFARONI | GEOMETRIE CROMO-DINAMICHE

3 OTTOBRE – 3 NOVEMBRE 2019
a cura di Alessandro Paolo Mantovani

LUCE E MOVIMENTO, L’ARTE COME ESPRESSIONE OTTICA
E CINETICA DELLA PERCEZIONE.

    

ArTchitettura cromoterapeutica
Sintesi dell’universo di geometrie asimmetriche e cromie inusuali di un genio illuminato. Approda a un punto fermo assoluto permettendo alla linea che divide l’arte dall’architettura di essere invisibile. Il Maestro concentra influenze, ispirazioni, aspirazioni e anni di progettazioni arTchitettoniche concentrandosi sul confine infinito della propria audacia nell’accostamento dei colori. Geometriche di delicata narrativa cromatica, simbolica, sono elaborazioni di espressionismo astratto, incantesimo grafico, poliedrico, eccentrico. Ci troviamo di fronte a una ricerca di identità evocativa, con l’utilizzo di elementi materici, come nastri e rulli, che ruotano attorno alla realtà dell’esperienza individuale, a un perno esistenziale che il Maestro sente e trasmette. In scena segni e colori di valenze tematiche formali dal risultato altamente affascinante e dallo spiccato eclettismo, evidenti connotazioni di forme finemente ricercate, di simboli in armoniosi accostamenti di forme disomogenee. Il Maestro è in perpetua evoluzione, compie scelte decorative sempre più convincenti, produce opere intense, riconoscibilissime e inequivocabili, contraddistinte da uno stile assolutamente unico, il primo in assoluto ad aver sperimentato tali ardite e certosine tecniche artistiche. Gli accostamenti cromatici proposti raggiungono un’unità poetica capace di far sprigionare emozioni e sentimenti latenti nel fruitore, capaci di far emergere una fresca emotività, che sembra derivare da un sogno primordiale con un fascino magnetico unico. Ancora una volta siamo invitati a compiere un viaggio: questa volta, però, non alla scoperta di luoghi lontani o attraverso dimensioni sconosciute, bensì nella geometria, quintessenza di una resa formale e di un’equilibrata estetica concettuale. Tutto è bilanciato e ponderato, in una sorta di matematica devozione all’equilibrio di forme, contenuti e visioni: dall’alto di un’elegante mente illuminata, discendono composizioni orizzontali, verticali e oblique anzichenò, schematicamente realizzate con geometrie cromoterapeutiche, un continuo fluire stiloso, in un perenne quanto calibrato stato di grazia. Le irradiazioni luminose della cromoterapia insite nelle opere del Maestro servono a migliorare le funzionalità biologiche delle cellule e del sistema immunitario. I colori e la luce sono in grado di modulare la psiche, di agire nello stato emotivo delle persone, si parla di rallegrare emozionando al tempo stesso. L’associazione perfetta di cromie è testimone di proprietà terapeutiche su tutto il corpo e funge da armonizzatore di tutti i disequilibri. In questa produzione artistica sono differenti i programmi di cromoterapia riconoscibili, infatti per rilassare la mente si passa dal blu al verde mentre per dare carica energetica si usa il passaggio dal giallo al rosso oppure dal bianco al verde. Convivenza perfetta di romanticismo e precisione matematica attraverso una griglia di quadrati radicali che determinano la cifra stilistica del Maestro complici i colori decisi, i materiali utilizzati e le dimensioni scalari, che donano alle opere una grafica netta e precisa. Uno splendore artistico che si esprime attraverso la purezza e la linearità delle forme, accompagnate da una passione quasi votiva per la cura rigorosa dei dettagli. Un lavoro lineare, almeno in apparenza, frutto di una precisione estrema e di tecnicismi virtuosi: linee che rivendicano un’importanza architettonica e rigorosa, fedeli al rispetto millimetrico di proporzioni e distanze, pena l’intera compromissione della creazione. Una serie rigorosa e netta, tripudio di una semplicità complessa senza tempo e volta a enfatizzare lo stile e l’eleganza del Maestro, che della cromia essenziale ha fatto il leitmotiv della propria interpretazione estetica con estrema passione e abbacinante ricerca formale.

Alessandro Paolo Mantovani   

KayOne – Alfa Centauri

Cari amici, vi aspettiamo a Torino per l’inaugurazione della nuova mostra personale di

KayOne “Alfa Centauri”
a cura di Alessandro Paolo Mantovani 

Inaugurazione Giovedì 28 Novembre alle ore 19.00
Copernico Garibaldi, Corso Valdocco 2, Torino
Per informazioni info@stradedarts.it 

#kayone #graffiti #writing #graffitiwriting #graffitiart #graff#postgraffiti #stradedarts
#exhibition #contemporaryart#alfacentauri #alfacentaurik1 #copernicogaribaldi #torino

 

STREET PLAYERS 2019

Si aprono i cancelli della 5ª edizione di Street Players!


500 GRAFFITI WRITER E STREET ARTIST
500 ANNI DA LEONARDO DA VINCI
5 KM DI MURO DA DIPINGERE

LA VERA JAM DI MILANO, LA PIÙ GRANDE D’ITALIA!

5 / 6 / 7 Luglio 2019

La più grande ed inclusiva jam italiana, organizzata da Stradedarts Urban Gallery di Milano in collaborazione con Snaitech, con la partecipazione di 500 Graffiti Writer e Street Artist provenienti da tutta Italia e da molti paesi esteri che si esibiranno dal vivo su 5 km di muro dell’Ippodromo Snai di San Siro per celebrare Leonardo da Vinci a 500 anni dalla sua scomparsa. #streetplayers2019 #streetplayers #stradedarts

Tema: Leonardo 500; Genio di Leonardo; Cavallo di Leonardo.

Via Diomede, Viale Caprilli, Piazzale dello Sport, Via del Centauro, buona passeggiata!

Evento ufficiale del palinsesto per Milano Leonardo 500
Con il patrocinio del Comune di Milano

Scarica il Comunicato Stampa

http://www.stradedarts.it
http://www.ippodromisnai.it/sansirogaloppo/

Partners:

• GAZZETTA DELLO SPORT
https://www.gazzetta.it

• IED
https://www.ied.it

• RADIO DEEJAY
https://www.deejay.it

• CLASH
https://www.clashpaint.com

• R-USE DESIGN
http://www.r-usedesign.com

• VE.CO
https://www.vecosrl.it

• GASOLINE
https://drinkgasoline.energy

Photo by Cosimo Griso Alfarano

FACTORY ART ELECTROLUX

100 ANNI DI UNO STILE DI VITA MIGLIORE

Per celebrare i suoi 100 anni, Electrolux lancia Il concorso Factory Art rivolto a Graffiti Writer e Street Artist chiamati a realizzare un’opera dedicata allo Scopo di Electrolux: 
Shape living for the better: for 100 years and for many years to come
Contribuiamo a uno stile di vita migliore: da 100 anni e per molti anni a venire.

Tra tutti i bozzetti che perverranno entro il 10 luglio all’indirizzo e-mail marco@stradedarts.it, una giuria composta da Electrolux e Stradedarts sceglierà il vincitore che sarà chiamato a realizzare l’opera sulla superficie di un muro di metri 4 di altezza x 21 di lunghezza all’interno della fabbrica Electrolux di Solaro (MI).

L’opera dovrà essere realizzata tra il 1° e il 19 agosto.
Per l’artista vincitore è previsto un premio di 6.000 euro.

SCARICA L’ISCRIZIONE AL CONCORSO

Il concorso è realizzato in collaborazione con Stradedarts. Ogni artista potrà partecipare al concorso con un unico bozzetto. Il premio per il vincitore sarà soggetto all’applicazione di una ritenuta d’imposta alla fonte, prevista per legge.

Marco Mantovani 3355292840 – marco@stradedarts.it

TEMA DEL CONCORSO

Shape living for the better: for 100 years and for many years to come
Contribuiamo a uno stile di vita migliore: da 100 anni e per molti anni a venire

Da 100 anni Electrolux reinventa le esperienze legate al gusto, alla cura dei capi e al benessere. Attraverso innovazioni rivoluzionarie e design d’eccellenza, ha creato stili di vita più piacevoli e sostenibili per centinaia di milioni di persone in tutto il mondo.

Fondata in Svezia nel 1919 dall’imprenditore Axel Wenner-Gren, Electrolux ha una storia ricca di innovazioni rivoluzionarie e di forti ca- pacità imprenditoriali; una storia di rapida espansione e acquisizioni, di grande attenzione al consumatore e di eccellente design. Tutto questo tra grandi tendenze come la globalizzazione e la digitalizzazione. Durante il 2019 celebreremo tutti questi risultati e, ancora più importante, guarderemo avanti dando ulteriore vita al nostro Scopo con azioni concrete e con un impatto positivo sulla più grande s da globale: il modo in cui viviamo le nostre vite. Il 2019 sarà per questo il punto di partenza della nostra più grande iniziativa: un piano d’azione globale a lungo termine per creare un futuro più piacevole e so- stenibile. Il nostro Scopo è di contribuire a uno stile di vita migliore. Oggi, domani e per altri 100 anni.

Scopri di più su electroluxgroup.com

 

ABOUT A CITY 2019

CITY SKIN
Domenica 26 Maggio  dalle 11.00 alle 18.00
Largo Sibilla Aleramo – Milano
a cura di Stradedarts  

Con KayOne, Napal Naps, Bros, Rendo, Kool Koor, Nais

A chi appartiene la città? Arti performative, live street art, installazioni e laboratori con artisti nazionali e internazionali concludono About a City 2019domenica 26 maggio: per rispondere alla domanda un’intera giornata dedicata ai linguaggi artistici, ai percorsi di produzione creativa e rigenerazione dei contesti urbani anche in chiave sociale politica, – proprio nel giorno delle Elezioni europee 2019. Il mini festival dedicato alla città e alle sue trasformazioni parte alle 11.00 con la performance collettiva City Skin, a cura di Stradedarts in collaborazione con Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, insieme agli artisti KayOne, Bros, Napal Naps, Rendo, Kool Koor, Nais che si esibiscono dal vivo in una agorà temporanea negli spazi esterni della Fondazione, nel largo Sibilla Aleramo. Graffiti Writing e Street Art Culture: un’esperienza diretta dell’arte che ha cambiato l’aspetto delle città ripensandone gli spazi, dalle prime forme di dissenso fino all’ estetica contemporanea.

Scarica il comunicato stampa